Non Garantisco

Interviste / Andrea Passador

Andrea Passador

Sono venuto a conoscenza del tuo progetto, se di progetto si può parlare, tramite un pezzo sulla lunghezza della barba. Siamo messi davvero così male?


Quando arriveremo ai peli del pube saremo messi peggio.


Il fatto che tu possa scrivere anche di quelli conferma l'idea che tu sia una persona quantomeno interessante. Andrea Passador, mi dicono dalla regia. Chi è Andrea? Chi era? E magari, se sei ottimista, puoi anche dirmi chi sarà.


Questa è una tipica domanda che implica una risposta carica di narcisismo. Potrei dire "nessuno", utilizzando lo stratagemma di Ulisse, ma risulterei cagacazzi, quindi sono una persona X che scrive su un blog che inspiegabilmente è tra i primi 600 in Italia. Ah, e faccio un sacco di errori di grammatica, di sintassi, refusi, ecc.


Insomma sei la conferma che non bisogna avere le pinne, per poter nuotare. A proposito di pesci, ovviamente. Se ti chiedo come si fa a portare un blog tra i primi 600 in Italia, mi dirai che è stata pura fortuna. Il trucco non c'è o semplicemente, come amano dire, non si vede?


Non è stata fortuna. Fortunatamente il mondo di internet o dei blog di satira è ancora molto meritocratico. O quello che scrivi piace o non piace. Quello che ha portato me e il mio collega a raggiungere questi discreti risultati è la nostra passione per i "like", per la condivisione e per lo sharing. Siamo drogati di like, sostanzialmente. Siamo delle brutte persone.


C'è chi si droga di molto peggio.


Sì, e in più la nostra droga è gratis.


Cosa piace agli italiani? E' vero che il sesso è ancora l'argomento che tira di più? Citando Caparezza: "Se parlo di cazzate tutti dicono: 'Che bello!', se faccio polemica sono carne da macello." Concordi?


Agli italiani piace quello che piace a tutti e da sempre: distrarsi. E' chiaro che il sesso, il calcio, la barba, ecc, sono sempre argomenti che attirano l'attenzione della massa, ed è chiaro che alcuni canali, come Facebook, funzionano proprio perché sono pieni di cazzate con cui distrarsi. Se vuoi parlare di qualcosa di serio, di "alto" (anche se si dovrebbe stabilire a quel punto cosa è alto e cosa no), forse i social network non sono molto adatti, e forse neanche la musica pop.


Più di 20.000 "mi piace" sulla pagina Facebook. Non hai ancora pensato di fondare un partito?


Sì, sto solo pensando con chi allearmi.


A proposito: ma un discorsetto alla nazione? Come le vedi, 'ste auto blu? Come li vedi 'sti parlamentari? Letta o elezioni? Insomma: fai l'uomo impegnato per un momento, che va tanto di moda.


Credo che la corruzione della politica sia un problema che affligge tutti i paesi del mondo in diversi gradi. La peculiarità italiana è che i nostri politici hanno la sfacciataggine di ammetterlo quasi con orgoglio. Nessuno si dimette, non esiste un briciolo di deontologia. Anche se un politico viene colto con le mani sporche di marmellata, non si dimette neanche se gli punti una pistola in testa; hanno trasformato la corruzione e la consuetudine in legge Poi per carità, non voglio generalizzare, non dico che rubano tutti: Berlusconi, ad esempio, mi sembra una persona onesta.


E poi come colpevolizzarlo, proprio adesso che ha adottato un cane? Il perfetto sogno americano in provincia di Arcore. Che poi...pare non abiti più lì. Gli hai mica affittato una casa a sua insaputa?


No. Affittare case conveniva a metà degli anni '80, quando non ero ancora nato.


Un modo come un altro per dire che sei giovane. Ci tenevi? Ho tralasciato il fatto di chiederti l'età, pensavo non fosse bella come domanda nemmeno per i signori.


Ne ho 27, e non vedo come a te possa sembrare un'età giovane.


Dai. Non venirmi a dire che anche tu, come me, porti dentro una vecchiaia latente ma mica tanto latente. Sarà mica un problema dei nati negli anni '80?


Forse sì. Me ne sento 180.


Ben portati, se può consolarti. "L'Oltreuomo". L'hai cagato dal nulla, o c'è un pensiero profondo dietro il nome del tuo blog? Sai che molti si inventano le cose più assurde per giustificare un qualcosa nato sulla tazza leggendo Novella2000?


L'idea è nata proprio mentre cagavo leggendo Novella2000, ma non sulla tazza; accanto ad un semaforo.


Mi assecondi nel gossip?


Leggo un po' tutto; i giornali di gossip sono fighissimi, quindi sì.


Hai avuto modo di seguire la travolgente ondata targata "Le perle di Pinna"? E, nel caso, commenti a riguardo?


Non so di cosa tu stia parlando.


Benissimo. Il sufflè si è sgonfiato. Senti un po': progetti futuri? Libro? Calendario? Il tipo che scrive ma associa quel nonsoche arrapantesco andrebbe moltissimo; te l'hanno detto?


Sono appena andato a vedere la fan page di Pinna. Cazzo è una merda! Peggio dell'Oltreuomo!


E' un merdone degno della Cabello, questo.


Ho divagato. Dove eravamo?


Al tuo essere arrapantesco? Al calendario? Ai progetti futuri!


Cosa vuol dire il mio essere arrapantesco? Non è che ci stai provando?


Divaghi nuovamente.


Sì. Divago troppo. Comunque progetti futuri non ne ho; mi piacerebbe vincere al Superenalotto. Magari scrivo un libro su come vincere al Superenalotto. Il calendario lo farò, ma devo lavorare sugli addominali.


Hai a disposizione una telefonata con Obama. Carta bianca.


Gli direi che essersi fatto una selfie alla commemorazione di Mandela è stato un gesto di cattivo gusto. E se trova un posto al ministero per mia cugina che vive lì.


Facendo il Marzullo della situazione: nel caso in cui stessi pensando ad una domanda a cui vuoi rispondere da sempre, puoi fartela.


Se avessi potuto scegliere se nascere o no, avresti scelto di nascere? No.


Volevo lasciarti andare, ma adesso se motivi questa risposta mi fai tre favori e puoi tenere il resto.


Non c'è un motivo. E' una scelta.


Come quella degli addominali.


Quella degli addominali è una scelta obbligata.


Concludo il sequestro di persona, promesso. Cos'è che Andrea non garantisce?


La pensione a quelli della mia età.

Grafica by DursoGrafica
Visite: 55310 - Pagine viste: 173170

Facebook Youtube NonGarantisco.it di Luca Casamassima
Privacy | Note legali